Archivio di luglio 2009

“MOTIVARSI & MOTIVARE”
OVVERO
COME POTENZIARE LE PROPRIE ENERGIE INTERNE E SUPERARE LE CRISI

 

di Enrico N. – Psicologo

 

I DRIVE MOTIVAZIONALI NELLA VITA E SUL LAVORO

 

Nel linguaggio comune il termine motivazione viene utilizzato per indicare i bisogni, le ragioni e i desideri legati al comportamento umano. La motivazione è, in questo senso, interpretabile come l’insieme dei fattori o “motivi” che stanno alla base del comportamento, lo sollecitano e lo orientano in determinate direzioni. Da un punto di vista generale, il tema associato a quello della motivazione è quello della meta e del traguardo, dell’obiettivo che rappresenta l’esito dell’agire.
L’individuo è un sistema integrato in cui la motivazione risulta essere un fattore dinamico determinante. In pratica ogni persona è un coacervo di diversi elementi, tendenze, credenze, idee… che sono unificate in un’unica struttura di personalità, nella quale la motivazione risulta essere un elemento centrale. Una rappresentazione schematica di questo concetto è raffigurata sinteticamente qui di seguito.

 

schema-di-consapevolezza

 questi spunti e questo schema stralciati in “minima parte” dalla rete per dare linfa alle vostre riflessioni ! a me è piaciuto molto questo schema che dà una figura all’aspetto personale e motivazionale, … punti di vista naturalmente, tutto ciò che ci arriva viene valutato e appreso per nostra libera esperienza e pensiero personale, condivisibile oppure no!  Buone riflessioni.

 

Fiorenzo Senatore

 

Lo scorso 16 maggio a Rimella, presso il Centro Residenziale per la Formazione Iter-Formo, ha avuto inizio un corso di lingua e cultura walser, rivolto sia ai dipendenti comunali che a quanti fossero interessati ad avvicinarsi alla nostra minoranza linguistica.

L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Rimella e finanziata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi della Legge 15 dicembre 1999, n. 482: “Norme per la tutela delle minoranze linguistiche storiche”.

Le lezioni, gratuite, si sono articolate in 5 incontri il sabato pomeriggio ed hanno coinvolto, oltre al personale comunale, un buon numero di persone (tra cui alcuni bambini) fornendo validi elementi per la conoscenza della storia, della cultura e della lingua del territorio walser di Rimella.

Alla docenza si sono avvicendati cinque parlanti attivi del tittschu rimellese che hanno saputo trasmettere, oltre all’indubbia competenza linguistica, il proprio senso di appartenenza alla comunità attraverso ricordi personali ed il racconto di antiche tradizioni.

Il successo del corso è stato sottolineato dalla richiesta formulata da tutti i partecipanti, rimellesi e non, di riproporre l’iniziativa il prossimo anno.

 

Paola Borla

 

aerea Easy Village

Ospiti dell’Easy Village di Origgio per il terzo incontro dal titolo “se trovo chi ha inventato il lavoro….” con relatore il nostro Roberto Pezzin, che, oltre ad essere un affermato professionista della formazione e del coaching è anche mentore di molti giovani che si affacciano al mondo del business ……. Per questa ragione l’ambiente, adatto all’intrattenimento e allo sport per tante persone c’è sembrato ad hoc per la terza serata show di Pezzin ….., penalizzata dal tempo, che ha concesso tregua solo a tarda serata, non ha modificato la scaletta e la relazione umoristica dell’autore e coach che nello spazio dedicato del serale estivo EASY Village ha dato spunti e battute facendo immaginare e vivere il lavoro in maniera diversa.

Io ne ho approfittato per incontrare anche Giampietro Novara titolare maggioritario del centro sportivo, e con lui ho fatto una chiacchierata, mi ha raccontato gli inizi, gli sviluppi e l’impegno che oggi EASY VILLAGE comporta; il 2003 è l’anno in cui nasce il centro, con l’obiettivo di dare spazio al calcetto, si ottiene subito grande successo, nel centro oggi si giocano, due campionati amatoriali, uno di calcio a 5 e l’altro di calcio a 7, più di 2000 tesserati che da settembre a luglio fanno attività e divertimento, attorno a questa realtà, insomma 10.000 mq di spazio per lo sport, (ci sono anche campi da beach volley), e 12.000 mq di spazio per piscina, ristorante ben curato e ricco nel menù, naturalmente una zona estivo serale ….. in questi mesi ci sono una media di 800 persone al giorno che gravitano intorno ai servizi di relax e divertimento offerti da EASY VILLAGE, in più, da questo 2009 abbiamo allestito la zona per le serate estive, ben curata e decisamente elegante, è già rinomata e frequentata per gli aperitivi a buffet della domenica e per le serate a tema ….

Insomma qui in Easy Village ci sono 14 persone effettive durante i mesi invernali e altre 41 in più, nei mesi estivi che danno assistenza e comodità agli ospiti, sportivi e amanti del sole e della piscina, e per gustare un pasto a mezzogiorno o serale a bordo piscina …… ad arricchire il personale uno staff che promuove e organizza l’estivo serale, location ideale per il divertimento aperto a tutti, viene anche curato lo spazio internet, facebook per coccolare e dare informazioni anche a quelli che amano i canali interattivi, offerta completa e al passo coi tempi, Gianpietro Novara è soddisfatto e fiducioso, c’è molto spazio per migliorare e arricchire il volume di offerta e di seguito.

Concordiamo con lui, la sua visione è ottima! La crisi ancora una volta è battuta dall’intraprendenza e dalla serenità di offrire servizi di ottima qualità in un ambiente curato.

Fiorenzo Senatore

montoli-2009-aScrivere appunti dedicati ad argomenti che riguardano gestioni economiche e risorse, è strano; gli imprenditori e i manager sanno, più di tutti, quanto la formazione e la motivazione della risorsa umana, di collaboratori e dipendenti faccia una grossa differenza, nei fatturati e nello sviluppo di tutti i tipi di business, le persone preparate, competenti e capaci di agire per gestire le avversità e per renderle al pari di occasioni sanno che “l’uomo ben allenato, … arriva e rimane sulla cresta dell’onda”

… allora, premessa questa convinzione, nei momenti di flessione, è interessante valutare le opportunità che ci avvantaggiano sul mercato e sui nostri concorrenti, … è nel momento in cui manca la frenesia che abbiamo la possibilità di riflettere e di raccogliere le forze per trovarne altre … è nel momento in cui la nostra mente lavora, che dobbiamo raccogliere le idee, e pensare “dove possiamo migliorare?”

Si possono aggiungere tecnologie produttive, possiamo oliare i nostri meccanismi interni rinforzando la struttura del nostro business, o possiamo sviluppare nuove idee, … è certo che possiamo dare competenze alla nostra risorsa migliore, la nostra fondamentale forza motrice, NOI e i nostri COLLABORATORI, già, ma lo sviluppo delle idee, l’acquisto di tecnologie, la formazione nostra e dei nostri collaboratori costa in concreto, e in questo momento di flessione, le risorse economiche pesano … si è vero … anche se …

I fondi interprofessionali per la formazione promuovono la formazione continua ridistribuendo alle aziende le risorse dedicate, per legge, alla formazione. Queste risorse sono costituite da trattenute dello 0,30% sulla busta paga di ogni lavoratore del settore privato, delle aziende pubbliche e di quelle esercenti i pubblici servizi.
Se l’azienda non aderisce ad alcun fondo, queste risorse sono gestite dal sistema pubblico e l’impresa non ha la possibilità di intervenire sulla loro gestione.

Scegliendo di aderire, per esempio a Fondimpresa, invece, ogni azienda dispone direttamente delle risorse accantonate attraverso due modalità:

 

Il Conto di Sistema, che è un conto collettivo e il Conto Formazione che è un “salvadanaio” di cui l’azienda dispone direttamente per organizzare corsi ad hoc di qualunque genere.

 

Le aziende che aderiscono ad altri fondi hanno solo la possibilità indicata nel conto di sistema.
Aderire è completamente gratuito.

Quindi crescere si può! basta volerlo! alla ripresa chi sarà pronto, sarà in pole position!

Fiorenzo Senatore